Terapia online per la salute emotiva

"Dalle tue vulnerabilità verrà la tua forza" - Sigmund Freaud

Di

Gintarė Roličiūtė

Sono una psicologa clinica abilitata al trattamento di disturbi psicologici legati a pazienti di età adulta, membro dell'Associazione Psicologica Lituana. Ho conseguito la laurea in Lituania, nella città di Kaunas presso la Vytautas Magnus University. Dopo la laurea ho lasciato il mio paese e mi sono trasferita in Italia, dove, dopo alcuni anni di lavoro e dopo numerosi viaggi ho imparato la lingua italiana ed ho frequentato la “Sigmund Freud Privat University” dove ho sostenuto gli studi propedeutici al superamento del corso di laurea Magistrale in psicologia clinica degli adulti.

Dopo aver conseguito la laurea ho iniziato il tirocinio di ricerca presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca dove ho lavorato sul tema della Terapia on line e sull’ Uso della realtà virtuale in psicoterapia. Questa esperienza ha fatto si che io iniziassi a fornire le mie consulenze psicologiche sul web al fine di supportare pazienti in ogni parte del mondo.

L’utilizzo di tale nuova tecnologia consente di raggiungere una incredibile molteplicità di persone e tale circostanza rende l’attività stessa davvero gratificante poiché consente di poter aiutare anche le persone residenti all'estero che incontrano notevoli difficoltà nel trovare servizi di salute mentale a livello locale. Con una semplice connessione Internet da oggi è possibile connetterci in modo da ottenere il supporto che stavi cercando e di cui hai bisogno.

Psichologe gintare Roliciute.jpeg
 
01.

La consulenza psicologica è sempre centrata sulla persona oltre che centrata sul problema e non va confusa con un semplice “dare consigli” come spesso nella prassi accade. Nella consulenza, l'obiettivo non è solo quello di risolvere un problema specifico all’istante, ma, di consentire alla persona di apprendere nozioni basilari utili ad   affrontare problemi simili in futuro. Una consulenza efficace implica quindi il prestare attenzione al repertorio di strategie di cura della propria persona e trovare modi per sostenerle ed estenderle.

La persona in cerca di consulenza è considerata attivamente impegnata nella ricerca di modi per superare i propri problemi ed è quindi considerata come una co-partecipante al processo di consulenza, piuttosto che mera destinatario passiva degli interventi.

La consulenza non si concentra sulla riduzione dei sintomi, ma sul consentire alla persona di vivere la propria vita in modo che essa appaia come più significativa e soddisfacente.

02.

La teoria e la pratica della consulenza tradizionale si basa sulla teoria e sulla ricerca psicologica.

E’ essenziale ,per ogni consulente, sviluppare il proprio approccio personale, coerente con la propria esperienza di vita, i valori culturali e l'ambiente di lavoro.

Nel corso delle mie consulenze viene utilizzato  un approccio integrato costituito dalla combinazione di approcci psicodinamici, cognitivo-comportamentali con particolare attenzione alle ricerche più recenti.

La consulenza psicodinamica implica una forma di aiuto terapeutico che attinge alle teorie della psicoanalisi, come mezzo per approfondire e arricchire il rapporto tra consulente e paziente, piuttosto che essere dominato da queste teorie.

I principali approcci cognitivo-comportamentali, invece, sono diretti e pratici e sottolineano l'azione.

03.

Gli episodi di consulenza si innescano quando una persona si trova a dover affrontare una problematica relativa alla propria vita - un blocco, un conflitto o un'assenza nell’arco della sua vita - che non può risolvere utilizzando risorse che sono immediatamente a sua disposizione. Uno degli obiettivi principali della consulenza è aiutare la persona ad attivare le risorse personali, sociali e culturali di cui ha bisogno per risolvere il suo attuale problema di vita - una consulenza efficace aiuta le persone a diventare più intraprendenti.

Annullare l'autocritica e migliorare la cura di sé

Negoziare le transizioni di vita

Affrontare relazioni difficili

Fare i conti con il lutto e la perdita

 
Articoli sulla psicologia