Cerca
  • Ambra 007

Livelli sani di narcisismo?

Aggiornamento: 29 apr 2021


Nella vita pratica molti individui di grande successo mostrano tratti di personalità che potrebbero essere considerati narcisistici. La grandiosità, le fantasie di successo, il sentirsi speciali potrebbero essere considerati tratti positivi che suggeriscono un'immagine positiva di sé con aspettative ottimistiche sul proprio futuro. Quindi i narcisisti possono insegnarci qualcosa?



Il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali DSM-5 (APA, 2013) descrive il Disturbo Narcisistico di Personalità come un modello pervasivo di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento), bisogno di ammirazione e mancanza di empatia, a partire dalla prima età adulta e presente in una varietà di contesti.

La definizione popolare di narcisismo è spesso usata nella società per indicare una persona che esibisce tratti di arroganza, che pensa eccessivamente in alto di sé, che è assorbita da se stessa specialmente con valori superficiali.

Il disturbo attuale è diagnosticato se la persona soddisfa i seguenti criteri come indicato da cinque (o più) dei seguenti:

1. Ha un grandioso senso di auto-importanza (ad esempio, esagera i risultati e i talenti, si aspetta di essere riconosciuto come superiore senza risultati commisurati).

2. Si preoccupa di fantasie di successo illimitato, potere, brillantezza, bellezza o amore ideale.

3. Crede di essere "speciale" e unico e può essere compreso solo da, o dovrebbe associarsi con, altre persone (o istituzioni) speciali o di alto livello.

4. Richiede un'ammirazione eccessiva.

5. Ha un senso di diritto (cioè, aspettative irragionevoli di un trattamento particolarmente favorevole o conformità automatica alle sue aspettative).

6. È sfruttatore interpersonale (cioè, approfitta degli altri per raggiungere i propri fini).

7. Manca di empatia: non è disposto a riconoscere o identificarsi con i sentimenti e i bisogni degli altri.

8. È spesso invidioso degli altri o crede che gli altri siano invidiosi di lui o lei.

9. Mostra comportamenti o atteggiamenti arroganti e altezzosi.

Come è facile capire, la personalità narcisistica è un grave disturbo mentale che causa sofferenza sia al narcisista stesso (spesso la persona non ne è cosciente) che alla "vittima" - coloro che lo circondano. Il disturbo narcisistico di personalità è anche associato all'anoressia nervosa e ai disturbi da uso di sostanze (specialmente legati alla cocaina (APA, 2013).

La persona con disturbo narcisistico di personalità cerca spesso l'attenzione che ha bisognospecificamente che l'attenzione sia ammirata.

La grandiosità, le fantasie, il sentirsi speciali, d'altra parte, potrebbero essere considerati tratti positivi che suggeriscono un'immagine positiva di sé con aspettative ottimistiche sul proprio futuro. Infatti, nella vita pratica molti individui di grande successo mostrano tratti di personalità che potrebbero essere considerati narcisistici. Solo quando questi tratti sono inflessibili, disadattivi e persistenti e causano una significativa compromissione funzionale o disagio soggettivo, costituiscono un disturbo narcisistico di personalità (APA, 2013).

Ci sono tratti positivi del narcisismo che potremmo prendere in prestito dal narcisista? Quali sono le tattiche per sentirsi meglio con se stessi e avere più successo?

Per il narcisista è il re del suo universo. Cerca costantemente di dimostrarlo. Non ne dubita. Possiamo imparare dal narcisista ad essere il nostro più grande fan!

Tutta la nostra esperienza deriva dalle nostre convinzioni su se stessi e sul mondo come insegna la Terapia Cognitiva (CT), o Terapia Cognitiva Comportamentale(CBT), pioniera del Dr. Aaron T. Beck negli anni '60. Se manteniamo convinzioni positive e auto-abilitanti, le azioni che prendiamo molto probabilmente con portano risultati positivi. Se non crediamo nel nostro valore, è probabile che non avremo la motivazione per lottare per cose migliori nella vita. Ecco perché è importante controllare costantemente quali sono le nostre convinzioni.

  • Sono capace di raggiungere i miei obiettivi, sono degno che mi accadano cose belle? Se sì, stai agendo secondo le tue convinzioni?

  • Sto dando la priorità ai miei obiettivi nella mia vita invece di seguire l'agenda di qualcuno per me a beneficio di altri?

  • Sono un grande fan della mia vita come lo sono della squadra del mio sport preferito?

  • Sono più interessato alla mia che passare del tempo non produttivo vivendo, guardando e parlando della vita degli altri?

  • Tendo a spendere tempo ed energia seguendo, ammirando o addirittura invidiando altre persone invece di lavorare sulla mia forma fisica, la mia bellezza e il mio benessere?

  • Il mio tempo è focalizzato al laser sui miei progetti e la mia crescita o è disperso dappertutto?

  • Sono coinvolto in abitudini negative, autosabotanti o relazioni drenanti?

  • Sono uno di quegli adulti adulti che indossano t-shirt con il nome di un altro adulto adulto (giocatore di calcio, ecc.)... Se sì, sono un investitore o il proprietario del club?

La ragione per cui ammiriamo, seguiamo e idealizziamo altre persone è a causa dell'aura magica percepita - attribuzioni non razionali alle loro qualità, aspetto, successo.

Come un narcisista si sente grandioso a causa delle sue fantasie e credenze, la persona priva di autostima si sente piccola rispetto alle celebrità, altri personaggi desiderabili perché tende ad attribuire loro spiegazioni astratte e vaghe per il loro successo, come: fortuna, "geni della celebrità", talento incredibile, un genio e altri...

Rifiutando di vedere il duro lavoro, la dedizione e la fiducia in se stessi, dietro ogni individuo di successo, si allontana solo la persona da quegli attributi desiderabili. La verità è che io personalmente, dalle mie esperienze di lavoro nella moda e nell'industria dello spettacolo, ho l'opportunità di conoscere da vicino molti personaggi famosi. Conosco i loro chirurghi, le loro connessioni, le loro ossessioni per avere successo e persino i loro demoni interiori che sono così bravi a nascondere.

Ciò che le persone semplici, insicure e con poca autosufficienza possono imparare dal narcisista è una maggiore ambizione e una fiducia smodata che spesso porta a un'alta realizzazione, una visione di sé più positiva e un semplice amore e fiducia in se stessi. Molte più cose e sogni diventano possibili se crediamo in noi stessi e abbiamo il coraggio di inseguire ciò che vogliamo e fare ciò che serve per raggiungere i nostri obiettivi. Nessuna pillola magica, nessun addominale da 5 minuti, nessuna formula segreta, solo la giusta mentalità e strategia.

Qui non incoraggio a diventare un narcisista ma a prendere in prestito alcuni tratti iperbolizzati che sono comuni anche nelle persone con alta autostima. La fiducia sana è fondamentalmente diversa da quella patologica, perché la visione di sé di una persona veramente fiduciosa non dipende così fortemente dagli altri, è solida e stabile, ecco perché non c'è bisogno di un comportamento artificiale auto-gonfiante per mantenere il proprio ego.

Nel narcisismo, la persona ha costantemente bisogno degli altri per mantenere stabile il proprio equilibrio interno, ma allo stesso tempo deve andare oltre poiché li ritiene un pericolo per la propria sicurezza psichica (Quattrini et al., 2013).

Per mantenere il loro Ego il narcisista ha bisogno degli altri. La loro autostima è spesso rafforzata (cioè, "rispecchiata") dal valore idealizzato che assegnano a coloro con cui si associano. È probabile che insistano nell'avere solo la persona "migliore" (medico, avvocato, parrucchiere, istruttore) o nell'essere affiliati alle "migliori" istituzioni, ma possono svalutare le credenziali di coloro che li deludono

E anche se abbiamo detto che l'ambizione smodata e la fiducia tipica del narcisista possono portare ad un alto rendimento, tuttavia, nei casi di disturbo narcisistico di personalità la performance può essere interrotta a causa dell'intolleranza della critica o della sconfitta. Il nucleo fragile del narcisista è la radice di tutte le difese e le sovracompensazioni che usa. Ha bisogno di creare un'immagine di sé troppo grandiosa per sentirsi sicuro e spende una quantità infinita di energia per mantenerla, temendo di essere "esposto".

Per questo motivo, a volte il funzionamento professionale del narcisista può essere molto basso, riflettendo una riluttanza a prendere un rischio in situazioni competitive o altre situazioni in cui la sconfitta è possibile (APA, 2013).

L'argomento del disturbo narcisistico di personalità è particolarmente rilevante in questi giorni, anche se a volte non è ovvio, in quanto può essere nascosto sotto forma di narcisismo "nascosto", ed è per questo che vale la pena discuterne in altri articoli.

Per riassumere l'articolo, la sana fiducia in se stessi sta tra la grandiosità auto gonfiata e il pessimismo autolesionista che sono entrambi fuori dalla realtà e causano sofferenze irrilevanti. Il modo sano ha a che fare con il guardare la situazione in modo realistico e lavorare sulle parti di noi che devono essere sviluppate. In questo modo si sviluppa un nucleo forte e stabile e non c'è più bisogno di autogonfiarsi per sembrare migliori di quello che sono né di idealizzare gli altri per quello che sono per giustificare la nostra mancanza di motivazione e ambizione per diventare chi volevamo essere.






LETTERATURA:




42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti